Io vado madre

donna curda

Io vado madre.
Se non torno,
Sarò fiore di questa montagna,
Frammento di terra per un mondo
Più grande di questo.
Io vado madre.
Se non torno,
Il corpo esploderà la dove si tortura
E lo spirito flagellerà,
Come l'uragano, tutte le porte.
Io vado....madre....
Se non torno,
La mia anima
Sarà parola per tutti i poeti.


ABDULLA GORAN
(poeta curdo)...con il popolo curdo sempre

Stampa

Artista dei colori-Bruno Sportelli

Bruno Artistacolori

Puoi riempire un vuoto bianco di mille colori
ma quando il pennello segue la strada
di una emozione diventa arte.
L'arte di esprime l'anima inventando l'armonia
dell'arcobaleno del cuore
con i colori che s'innamorano
di quella idea espressa sulla tela
per diventare quadro.
E su quel quadro ci sei tu
l'artista della vita.
La vita senza arte
è come un buio eterno.

Bruno Sportelli

 

 Bruno Sportelli

Stampa

Fermati

( declamata al Trebbo Poetico 2002 )

Ferma il vento tra i capelli
ti porta il profumo di terre sconosciute,
di messi distese al sole, di fiori odorosi di rugiada.
Ascolta il rumore del mare è uguale da sempre;
ferma la tua mente e posati su un prato,
l'erba ti sarà compagna,
alza il tuo sguardo in silenzio,
qualcuno ti sorriderà;
ama senza paure e sarai più libero,
fermati ad ascoltare il canto di genti lontane
e sarai uno di loro.

 

 

 

 

 

Stampa

Trebbia

trebbia

Sempre caro mi è il pensare
e sono li piccola a correre tra campi dorati
messi ondeggianti al vento caldo del deserto.
Il giallo colore sull'aia,
il dolce suono di trebbia, la polvere,
grida di bimbi sull'umida paglia.
Stanchi sonni dopo giornate infinite
di sole e giochi.
Mi vesto di ricordi: l'odore del grano,
profumo antico di vita, di emozioni
che si fermano nell'anima.
Il rumore soave della macina
Tra sguardi curiosi e sacchi polverosi di farina.
E poi la festa, la musica, i balli, i sorrisi,
il desinare, i saggi racconti e le memorie
dolcissime per sempre racchiuse.

23/07/2008

Stampa

Orizzonte

click to zoom

Orizzonte ... la dove l'acqua abbraccia il cielo
dove il vento trattiene il respiro
ed il sole si bagna nel blu.
Dove bianche cime volgono lo sguardo
all'infinito e immagini tremule
si confondono nel nulla.
Dove la nebbia leggera avvolge i pensieri
e li trasporta lontano nel tempo.
Dove il placido fiume si unisce al mare ,
dove lo sguardo fatto di antiche memorie
si veste di nuovo mentre l'orizzonte si veste di vita.

9/03/2009                

Stampa

FacebookTwitterLinkedInRSS FeedPinterest
Pin It

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.