Un sogno

sogno

Un sogno è stato solo un sogno
che la luce del mattino ha già portato via
dissolto come la rugiada al sole.
Ma eri tu e la quiete è scesa dentro di me
hai saputo capirmi ... amarmi ... hai lottato con me
hai preso la mia mente, i miei pensieri,
il mio cuore, i miei sensi e poi ... un sogno ...
è stato solo un sogno ...

(Trebbo poetico 2000)

 

 

 

Stampa

Sonetti - Perchè- Sei tu

 

sonetti

Perchè
Vorrei chiedere a qualcuno: ... " perché non si dimentica mai sino in fondo? ... "
Perché gli avvenimenti della vita ti segnano, ti condizionano per sempre?
Perché il tempo scorre e non si è in grado di fermare i momenti più belli .... !

Sei tu
Sei tu ... sei lontano ... sei con me ... Una canzone .... Un ricordo ... un sorriso e .... Sei tu !

Stampa

Autunno

autunno

Quando file di pioppi ingialliti
si nascondono nella bruma umida;
quando il canto degli uccelli è silenzioso
ed il frinire di cicale tace
allora è autunno.
Arriva piano, timido,
si posa sui campi addormentati
quasi a coprirli con ali grigie;
un vento gelido corre sui prati e case
e una pioggia sottile sembra spazzar via
i ricordi di una gioia appena andata.
Quando il brulicar di gente arriva sommesso
e nella mente i pensieri passano lenti
allora è autunno. L'autunno della vita.

(Trebbo Poetico 2005)

Stampa

Temporale

 temporale1

Gocce trasparenti, leggere
bagnano le profumate zolle.
D'un tratto il cielo si apre
in una luce accecante
ed un brontolio sordo
fa tremare l'aria.
Nuvole nere si rincorrono,
giocano e sembrano accarezzare
i rossi tetti, mentre scrosci di pioggia,
si raccolgono in rivoli
che l'arida terra beve.
Gli alberi piegati al vento
s'inchinano in una muta preghiera.
Tutto si ferma e aspetta.
Poi, d'improvviso un raggio d'azzurro
ed un timido sole ad illuminare i campi puliti.
Le rondini tornano alte a volare
intonando le loro odi al cielo
limpido di nubi.
Voci di bambini festanti
si perdono nei cortili,
ecco un saluto, un sorriso
e ... tutto ricomincia.

(Trebbo Poetico 2003)

Stampa

Mattino

buon mattino gif 7

 Nel levar di brume umide
un chiarore soffuso rischiara il blu.
Piccoli canti gioiosi si intrecciano
nel sonno del mattino dove
corolle bianche si abbandonano
alla brezza profumata.
Passi leggeri e timidi tracciano
orme che il vento tiepido presto porta via.
Sonnecchiose finestre s'aprono lentamente
e giù la piazza è già un brulicar di suoni.
E in un attimo tutto si risveglia lentamente
e ogni cosa della vita si prepara al nuovo giorno.

(Trebbo poetico 2007)

Stampa

Pinterest
Pin It

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.